La birra danneggia i denti? Scopritelo qui!

Quando si pensa alla birra, la prima cosa che viene in mente potrebbe essere il piacevole sballo che essa procura. Ma sapevate che bere birra danneggia anche i vostri denti e vi espone a diversi ingredienti nocivi? E, come se non bastasse, può addirittura accelerare gli effetti dell’invecchiamento precoce! Anche se la birra è una delle bevande alcoliche più consumate al mondo, soprattutto tra i giovani adulti e gli adolescenti, pochi sono consapevoli dei suoi pericoli nascosti. Essa contiene alti livelli di composti acidi noti come fenoli. Questi acidi erodono lo smalto dentale e lo indeboliscono nel tempo. Inoltre, la fermentazione della birra produce acido acetico, che ha un sapore acuto e un odore pungente, per non parlare degli effetti collaterali sui denti!

Quale tipo di birra ha gli effetti più dannosi sui denti?

Il tipo di birra non ha importanza. Non è la birra in sé, ma gli ingredienti e la sua lavorazione a causare danni ai denti. La maggior parte delle birre contiene alti livelli di zucchero e/o sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, che possono portare alla carie. Inoltre, il luppolo e l’orzo, utilizzati per la produzione della birra, contengono alti livelli di fenoli, responsabili del sapore amaro della birra. Questi acidi danneggiano lo smalto dei denti e ne accelerano l’invecchiamento. Le bollicine della birra, soprattutto di quella frizzante, contengono anche alti livelli di anidride carbonica, che provoca acidità in bocca. La combinazione di zucchero e acido può portare alla carie. Inoltre, bere la birra con la cannuccia può essere una pratica pericolosa, soprattutto per le bevande gassate. Le bollicine della bevanda rimangono intrappolate nella cannuccia e possono causare ulteriori danni ai denti, questo potrebbe portarci velocemente ad un deterioramento dei denti e quindi a dover far visita al nostro dentista con un conseguente sborso di soldi.

Ovviamente la birra non danneggia i denti fisicamente, ma il progressivo ingiallimento potrebbe costringerci a chiedere un preventivo per il costo delle faccette dentali che a causa della birra risulteranno consumate e quindi dovrete far sistemare se volete tornare con il vostro bianco sorriso.

Che cos’è l’acido acetico?

L’acido acetico è un acido organico dal sapore pungente e acuto e dall’odore aspro. È il componente principale dell’aceto ed è anche un sottoprodotto della fermentazione. Si trova nella birra, nel vino e in molti altri alimenti e bevande fermentati, come la salsa di soia, i sottaceti e il pane. L’acido acetico si crea anche quando i batteri decompongono altri composti organici, come foglie in decomposizione, erba o persino cibo in decomposizione

Birra e fluoro: una cattiva combinazione

Il fluoro, che si trova comunemente nei dentifrici, è comunemente usato per prevenire e contrastare la carie. La birra, tuttavia, è in grado di ridurre la capacità del fluoro fino all’80%. Per questo motivo i medici raccomandano di non bere birra quando si ha una carie da otturare. Se si sceglie di bere birra quando si ha una carie, l’alto livello di fluoruro nella birra impedirà di sigillarla correttamente. L’alto livello di acidi della birra, inoltre, accelera la carie e indebolisce i denti nel tempo.

Come fa la birra a erodere i denti?

La birra contiene alti livelli di acidi, motivo per cui è così facile causare l’erosione dei denti. Gli acidi della birra indeboliscono lo smalto superficiale dei denti e possono potenzialmente portare alla carie. Il processo è simile a quello di una conchiglia lasciata troppo a lungo nell’oceano e che si ricopre di alghe. La costante esposizione agli acidi della birra provoca la rottura dello smalto, facilitando l’ingresso dei batteri nei denti e le infezioni. Gli acidi della birra possono anche reagire con il calcio presente nella saliva, formando carbonato di calcio. Quando lo smalto viene lentamente eroso, il carbonato di calcio può accumularsi fino a formare depositi duri e incrostati sui denti. Questa condizione è nota come tartaro dentale. Una volta formatosi il tartaro, è quasi impossibile rimuoverlo senza l’aiuto di un professionista.

Il lato oscuro della birra: Accelera anche l’invecchiamento?

C’è stata qualche controversia sul fatto che la birra acceleri l’invecchiamento. Tuttavia, alcuni studi hanno dimostrato che bere birra regolarmente può accelerare il processo di invecchiamento. La birra contiene alti livelli di alluminio, una sostanza tossica che è nota per causare cambiamenti degenerativi nelle funzioni del sistema nervoso centrale. Può anche aumentare il rischio di ictus. Inoltre, la birra contiene elevate quantità di vitamina B6, che può essere dannosa se consumata in quantità elevate. La vitamina B6 può ridurre i livelli di serotonina, l’ormone che stimola l’umore, nel cervello. Questo può aumentare il rischio di sviluppare depressione e ansia. Dato che gli effetti collaterali della birra possono essere dannosi sia per il corpo che per l’umore, è probabilmente meglio evitarla del tutto. Se cercate una bevanda alternativa, provate un bicchiere di vino rosso. Contiene resveratrolo, un composto che può aiutare a prevenire le malattie degenerative, tra cui l’Alzheimer e le malattie cardiache.

In conclusione

La birra rappresenta una fonte di idratazione facile e veloce per gli atleti e per chi ha bisogno di una bevanda nutriente. Sebbene la birra abbia alcuni benefici per la salute, contiene anche alti livelli di zucchero, calorie e alcuni metalli tossici che possono essere dannosi per i denti. Anche se può essere allettante prendere una birra dopo una lunga giornata o durante un evento sportivo, è importante ricordare i danni che può provocare ai denti e alla salute generale. La prossima volta che vi trovate in un bar o a un evento sociale, prendete in considerazione l’idea di bere qualcosa di diverso dalla birra. Non solo proteggerete lo smalto e i denti, ma sarete anche più preparati ad affrontare qualsiasi situazione sociale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.